Dalla geodiversità alla biodiversità: gli ambienti naturali del Parc Adula

greina_scapozza

L’altipiano della Greina: luogo simbolo di geodiversità e biodiversità. © Cristian Scapozza.

La Società ticinese di Scienze naturali (STSN), in collaborazione con l’Associazione Parc Adula, promuove una serata alla scoperta della diversità naturalistica del progetto di più grande parco nazionale della Svizzera: il Parc Adula. Il progetto di parco nazionale dell’Adula è un tema di stretta attualità, poiché la popolazione del perimetro del Parc Adula sarà chiamata alle urne nel corso del 2016 per votare sulla Charta del Parco. La candidatura a parco nazionale è sicuramente il degno riconoscimento per un territorio montano di rara bellezza, riconosciuto a livello nazionale per i suoi pregiati ambienti naturali. Durante la serata, si andrà quindi alla scoperta della storia naturale di questi ambienti, ponendo l’accento sulle interazioni tra il mondo minerale (rocce, ghiacci, acqua) e il mondo vivente (flora e fauna), per tessere un legame tra la geodiversità e la biodiversità del Parc Adula, con particolare accezione per la Valle di Blenio.

 

Relatori: Christian Bernasconi, biologo, direttore del Centro Pro Natura Lucomagno e Cristian Scapozza, geomorfologo, ricercatore presso l’Istituto scienze della Terra SUPSI.

 

Per informazioni: cristian.scapozza@supsi.ch

 

 

Paesaggio del Lucomagno

Riserva forestale di Selva Secca, Aquacalda. Foto F.Palli.