Ricchezza di ambienti e agricoltura di montagna nel futuro Parco Nazionale del Locarnese

2016090203conferenzapaseggiata2

Su iscrizione

Durante l’escursione verranno presentati diversi ambienti presenti nel territorio interessato dal Progetto Parco Nazio- nale del Locarnese. Si parlerà di contenuti naturalistici, ma anche di gestione del territorio e di agricoltura di montagna con alcuni ospiti.

Info e iscrizioni

Sono necessari l’equipaggiamento da montagna, le bibite e il pranzo.

I posti sono limitati e l’iscrizione è obbligatoria entro Mercoledì 31 agosto all’indirizzo: c.antognoli@bluewin.ch.

Programma

Ore 8.45 Ritrovo a Verdasio, presso la partenza
della funivia per Rasa.
Risalita in funivia e passeggiata Rasa – Terravecchia – Bordei
Trasferta in TaxiAlpino a Palagnedra e visita. Ore 16 Rientro a Verdasio

2016090203conferenzapaseggiatalocandina

In volo dai limonai ai nevai: gli uccelli del futuro Parco Nazionale del Locarnese

2016090203conferenzapaseggiata1

Centro La Torre – Losone – Entrata libera

Il Parco Nazionale del Locarnese è un progetto collettivo dei Comuni e dei Patriziati della regione, volto a tutelare e valorizzare il territorio che si estende dalle Isole di Brissago fino al villaggio walser di Bosco Gurin. Lungo un percorso di appena 35km in linea d’aria, il futuro Parco Nazionale si eleva dai193m delle rive del Lago Maggiore fino ai 2’863m del Pizzo Biela, passando da un clima subtropicale a un clima alpino, a cavallo della frontiera in un paesaggio di grande naturalità e ricco di patrimoni culturali. Durante la conferenza saranno presentate la varietà e le peculiarità dell’avifauna di questo territorio.

Relatori:

Cecilia Antognoli
Società Ticinese di Scienze Naturali

Pippo Gianoni
Responsabile scientifico del Candidato Parco Nazionale del Locarnese

Roberto Lardelli
Presidente di Ficedula

2016090203conferenzapaseggiatalocandina

Isole di Brissago: Giornata sulle Leguminose

capita_fagiolo

Programma della giornata

programma_11092016
Programma in pdf
* * * * * *

Alla scoperta di antiche varietà di mele

mele

Escursione di mezza giornata organizzata in collaborazione con l’alberoteca e Capriasca Ambiente, guidata dall’etnobotanica Muriel Hendrichs, alla scoperta delle antiche varietà di mele della zona seguita da degustazione di diverse mele. La Capriasca nutre un importante legame con gli alberi da frutto e con il melo in particolare. Su tutto il territorio sono ancora innumerevoli gli alberi ad alto fusto presenti, molti dei quali classificati come centenari e appartenenti a varietà antiche, rare o locali. L’itinerario parte con la visita del frutteto tradizionale di Sala Capriasca, passando dalla Piana e dal Nucleo di Sala, dalla Campagna di Nava per concludersi con la visita al nuovo frutteto di Tesserete. Lungo il percorso si avrà modo di soffermarsi su alcuni elementi che hanno costruito la storia della frutticoltura locale e di scoprire alcuni singolari aneddoti etnobotanici. In seguito è prevista la degustazione di antiche varietà di mele e uno spuntino.

Data: domenica 4 settembre 2016. In caso di brutto tempo escursione rimandata al 10 settembre.

Ritrovo: al parcheggio sterrato del campo sportivo di Tesserete alle ore 9.30.

Iscrizione: scrivendo a murielhendrichs@gmail.com

In volo dai limonai ai nevai: gli uccelli del futuro Parco nazionale del Locarnese

locarnese

Presentazione del progetto del Parco nazionale del Locarnese (PNL) con i suoi contenuti paesaggistici e naturalistici da parte di Pippo Gianoni, responsabile scientifico del PNL, Dionea SA. In seguito si potrà conoscere la varietà e la peculiarità dell’avifauna presente sul territorio interessato dal progetto, con una conferenza proposta da Roberto Lardelli, presidente di Ficedula.
In collaborazione con il Parco nazionale del Locarnese e Ficedula.

Data: venerdì 2 settembre 2016

Luogo: Centro Torre, Losone

Orario: 20.15

Incontro annuale della Società di Fisica Svizzera

La Società di Fisica Svizzera organizza tre conferenze speciali aperte al pubblico.

Le conferenze permetteranno di gettare uno sguardo sul mondo delle scienze naturali e di attirare l’attenzione del pubblico sulle tematiche scientiche. Le tre conferenze avranno luogo all’Università della Svizzera italiana a Lugano e si terranno in inglese. L’accesso è gratuito.

201608incontrosocietafisica

Domenica 24 luglio 2016: botanica in val Piora

20160724botanicainvalpiora38

La gita in Val Piora del 24 luglio, accompagnata dalla fitoterapista Antonella Borsari, si è svolta con un bel sole e un meteo favorevole alle numerose osservazioni botaniche, visto anche il ritardo di quest’anno di alcune specie nella fioritura. Con un bel gruppo di appassionati botanici ci siamo incamminati dalla funicolare alla diga, per poi costeggiare il lago Ritom e raggiungere il lago Tom, compiendo numerose osservazioni sulle specie presenti e sulle caratteristiche geologiche della regione. Questa passeggiata ci ha permesso di scoprire diverse tipologie ambientali (dai pascoli, ai rodoreti, ai boschi di conifere, alle torbiere, alla flora tipica degli alpeggi, per esempio), come pure le particolarità della meromissi crenogenica del Laghetto di Cadagno (stratificazione delle acque, dovuta alle diverse sorgenti e rocce presenti nella valle). Abbiamo poi raggiunto Cadagno per tornare infine a valle soddisfatti delle belle osservazioni.

Tutte le immagini

Ricchezza di ambienti e agricoltura di montagna nel Progetto Parco nazionale del Locarnese

locarnese

Il Progetto Parco nazionale del Locarnese è un progetto collettivo di 13 Comuni e di 13 Patriziati della regione volto a valorizzare e tutelare un territorio di straordinaria bellezza e unico nel suo genere, che si estende dalle Isole di Brissago, sul Lago Maggiore, fino al villaggio di Bosco Gurin, l’unico insediamento Walser del Ticino. Lungo un percorso di appena 35 km, il Progetto si eleva dai 193 m delle rive del Lago Maggiore, fino ai 2’863 m del Wandfluhhorn (Pizzo Biela), passando da un clima subtropicale a un clima alpino, a cavallo della frontiera in un paesaggio di grande naturalità e ricco di patrimoni culturali. Durante l’escursione verranno presentati diversi ambienti presenti nel territorio interessato dal Progetto Parco nazionale del Locarnese (PNL). Si parlerà di contenuti naturalistici, ma anche di gestione del territorio e di agricoltura di montagna e più in generale di paesaggio.

Proposto da Pippo Gianoni (responsabile scientifico PNL, Dionea SA) e Cecilia Antognoli (STSN).

Data: sabato 3 settembre 2016

Luogo: Centovalli: Verdasio – Rasa – Bordei – Palagnedra – Verdasio

Informazioni:
ritrovo a Verdasio – partenza della funivia per Rasa: ore 8.45
rientro a Verdasio: ca. ore 16.00
percorso a piedi: ca. 8 km, 500 m di salita e 900 m di discesa

Equipaggiamento: scarpe da montagna profilate, vestiti adatti alla stagione (ev. ricambio), bibite, pranzo al sacco, giacca per la pioggia

Numero di partecipanti: massimo 20 persone

Iscrizione: scrivendo a c.antognoli@bluewin.ch entro il 27 agosto 2016.

Sabato 16 luglio 2016: escursione sull’altopiano della Greina

20160716escursionegreina10

L’escursione sull’altopiano della Greina svoltasi sabato 16 luglio 2016 si è tenuta in una magnifica giornata di sole e vento freddo, che ha permesso di calarsi perfettamente nell’ambiente di quella che è spesso definita “la nostra tundra alpina”. I 22 partecipanti sono stati guidati da Cristian Scapozza alla scoperta della storia di un paesaggio unico nel suo genere, che ha consentito di ripercorrere la lunga storia delle rocce, delle deformazioni e delle forme del rilievo della regione della Greina, come anche la sua importanza quale luogo simbolo della protezione della natura in Svizzera e futuro alto luogo della zona centrale del Parc Adula. Grazie all’apporto di alcuni partecipanti appassionati di botanica, si sono esplorate anche alcune relazioni tra la geodiversità e la biodiversità della Greina, che vanta numerosi biotopi golenali e palustri protetti a livello nazionale, con la massima soddisfazione di tutti i presenti.

Tutte le immagini

Sabato 9 luglio 2016: escursione botanica e geologica in alta valle di Blenio

20160709gitalucomagno08

La gita, guidata dalla fitoterapista Antonella Borsari, è stata molto bella e accompagnata da un sole splendente. Dal passo del Lucomagno, dopo l’Alpe Croce, lungo il sentiero delle doline, abbiamo osservato molte specie vegetali e suggestivi fenomeni carsici fino ad arrivare all’Alpe Pertusio e alle sorgenti del Brenno, per poi proseguire lungo il fiume fino a raggiungere il centro Pro Natura Lucomagno. Prati fioriti stupendi, ricchi di specie tipiche dei differenti tipi di suolo, caratterizzati dalla presenza di dolomia e gneiss, ci hanno permesso di osservare innumerevoli specie, tra cui non sono mancate orchidee, piante carnivore e gigli, per menzionarne solo alcune. Il percorso, con i suoi bei panorami, corsi d’acqua, doline, semi-grotte e “spiagge” di sabbia derivante dall’erosione della dolomia, è stato molto apprezzato.

Tutte le immagini

Pagina 1 di 512345
Logo STSN