Quando le acque travolsero il Ticino

alluvioni1868

Venerdì 28 settembre 2018, ore 20.00 – Acquarossa, Aula magna delle Scuole medie

Le alluvioni del 1868 e la protezione contro le piene tra passato e presente

Tra il 27 settembre e il 4 ottobre 1868 intense precipitazioni causarono devastanti alluvioni in Ticino e in altre regioni alpine. Le conseguenze furono drammatiche sia a livello di perdite di vite umane, sia di danni materiali. Gli eventi suscitarono forti reazioni emotive nell’opinione pubblica e un moto di solidarietà senza precedenti in Svizzera. Accanto alla furia delle acque le violente precipitazioni innescarono anche flussi detritici e scoscendimenti. La terra di Cumiasca, sul territorio di Corzoneso, fu colpita duramente e si contarono una ventina di vittime nel villaggio travolte da una colata detritica.
A 150 anni di distanza l’Associazione “Ul Murin da Curzönas” in collaborazione con il Museo storico etnografico della Valle di Blenio, l’Archivio storico comunale di Biasca e la STSN propone una commemorazione delle catastrofi del 1868 attraverso una serata pubblica e l’organizzazione di una mostra fotografica che ripercorre, oltre al 1868, anche altri eventi che segnarono le cronache della valle: le “buzze” del 1927, del 1978 (di cui ricorre il 40°) e del 1993 (di cui ricorre il 25°).
Un’occasione, questa, per rievocare tragedie passate e il loro contesto meteorologico, climatico e storico con particolare attenzione per la Valle di Blenio, ma anche per riflettere sugli sviluppi recenti e sulle sfide future nell’ambito della protezione delle piene su scala più ampia.

Relatori della serata pubblica: Stefano Bolla, Cristian Scapozza, Mark Bertogliati, Luca Panziera e Carlo Scapozza.

Entrata libera. Seguirà un rinfresco offerto.

Comunicato stampa – La pubblicazione “La diversità dei vigneti della Svizzera italiana” premiata da una giuria internazionale dell’OIV

farfalle

La pubblicazione “La diversità dei vigneti della Svizzera italiana: stato attuale e prospettive” edita dai biologi Valeria Trivellone e Marco Moretti e pubblicata nel 2017 nella collana Memorie della Società ticinese di scienze naturali e del Museo cantonale di storia naturale (MCSN) si è aggiudicata la Menzione Speciale nella categoria Monografie e studi specialistici nell’ambito dell’edizione 2018 del concorso internazionale indetto dall’Organizzazione internazionale della vigna e del vino (OIV) (www.oiv.int/it/organizzazione-internazionale-della-vigna-e-del-vino).

La pubblicazione riassume i risultati di un importante studio sulla biodiversità dei vigneti del Ticino (BioDiVine*) condotto da Valeria Trivellone e Marco Moretti, ricercatori presso l’Istituto federale di ricerca WSL, e i colleghi del MCSN e di Agroscope. Per meglio comprendere la situazione attuale si è voluto integrare nella pubblicazione dei contributi che presentassero la storia e l’evoluzione della viticoltura ticinese. Troviamo quindi contributi sulla storia della viticoltura, sull’evoluzione del paesaggio e della gestione del vigneto, sull’impatto degli organismi esotici e su altri aspetti. Tutti questi contributi evidenziano la complessità delle interazioni esistenti e offrono una valutazione integrata del vigneto ticinese in base ai principi dell’agroecologia nella ricerca scientifica in agricoltura, la quale propone strategie di gestione concertate tra le varie parti coinvolte: la produzione, la conservazione della natura e lo sviluppo del territorio.

La pubblicazione è stata valutata da una giuria internazionale composta da 19 paesi che ha assegnato un totale di 14 Premi e 10 Menzioni Speciali su 51 lavori in competizione in 10 diverse categorie.

La Menzione sarà consegnata a Parigi il prossimo 18 settembre alla presenza dei delegati delle principali nazioni produttrici di vino del Mondo intero.

La pubblicazione può essere ottenuta al prezzo di Fr. 30.- (+ porto), scrivendo a: STSN c/o Museo cantonale di storia naturale, Viale C. Cattaneo 4, 6900 Lugano oppure telefonando al numero 091 815 47 61.

* Per saperne di più: https://www.wsl.ch/it/progetti/biodivine.html

Riproduzione delle piante – i frutti

deltamaggia

Sabato 29 settembre 2018, ore 9.30-16.30 ca. – Delta del fiume Maggia – Terre di Pedemonte

In autunno le piante spontanee della nostra regione ci riservano numerosi frutti dalle molteplici forme e dai colori variopinti, ma anche frutti secchi e falsi frutti. Questa escursione in natura servirà da spunto per conoscerli meglio e per scoprire le strategie sviluppate nel tempo per favorire il processo della disseminazione.

Escursione guidata dalla fitoterapista e botanica di campo Antonella Borsari.

L’attività si svolgerà con qualsiasi tempo.

Iscrizione: scrivere a info@stsn.ch

Costo: gratuita per i soci e di 10.- CHF per i non soci

(Foto: Carl Mueller)

Bramito dei cervi

cervo2

Domenica 23 settembre, domenica 30 settembre, domenica 7 ottobre ore 7.00-12.00 ca. – Lucomagno

Maestosi e imponenti, i cervi sono tuttavia animali molto discreti… a eccezione del loro periodo degli amori. In autunno, infatti, i maschi cercano di conquistare le femmine e lanciano i loro impressionanti bramiti attraverso il bosco. È proprio questo il momento migliore per scovarli e osservarli!

Questa escursione guidata da un biologo del Centro Pro Natura Lucomagno alla scoperta degli ungulati permetterà ai partecipanti di osservare gli animali nel loro habitat naturale e di ascoltare gli emozionanti bramiti dei cervi in amore.

Gita organizzata nella regione del Lucomagno in collaborazione con Pro Natura Ticino. È possibile pernottare al Centro, informazioni per prenotazioni sul sito www.pronatura-lucomagno.ch.

In caso di brutto tempo l’attività potrebbe essere modificata o annullata.

Ritrovo: Centro Pro Natura Lucomagno, Acquacalda, alle ore 7.00

Iscrizione: tramite il formulario sul sito www.pronatura-lucomagno.ch/iscrizione

Informazioni: lucomagno@pronatura.ch

Costo: 25.- CHF a persona; 50.- CHF per famiglia. I soci STSN e i membri di Pro Natura beneficiano di uno sconto di 10.- CHF (persona) o 20.- CHF (famiglia)

Esposizioni sulla biodiversità

biodiversita2

Dal 3 settembre 2018 al 17 maggio 2019 – Locarno, Dipartimento formazione e apprendimento (DFA-SUPSI)

Sguardi sulla biodiversità

Un esempio di scuola all’aperto

Mostra realizzata nel 2014 per celebrare i 20 anni di Capriasca Ambiente in collaborazione con il Museo cantonale di storia naturale con lo scopo di risvegliare nei giovani una maggiore consapevolezza sull’importanza della natura che si trova anche sull’uscio di casa. Durante delle escursioni naturalistiche alcune classi della Scuola media di Tesserete sono state invitate ad osservare e fotografare alcuni ambienti naturali quali prati magri, zone umide, ambienti urbani, aree agricole e boschi. Con queste immagini hanno allestito alcuni pannelli didattici rappresentativi dei percorsi svolti. I pannelli sono stati poi arricchiti con reperti faunistici delle collezioni del Museo. Quale accompagnamento è stato redatto un dossier didattico ed è stato realizzato, dal documentarista Giovanni Casari, un video sulle attività di esplorazione svolte. Dal 2015, l’esposizione è stata proposta nell’ambito del Festival della scienza dell’Accademia svizzera di scienze naturali ed è stata esposta nei Licei di Lugano 1, Lugano 2 e Bellinzona, alle Scuole medie di Tesserete e Pregassona, alle Scuole elementari di Tesserete e Cadro
ed è a disposizione per ulteriori scuole in futuro.

Un progetto di Capriasca Ambiente, MCSN, L’alberoteca. In collaborazione con DFA-SUPSI. Con il sostegno di STSN, SCNAT, Ricerca Live, WWF Svizzera Italiana, Comune di Capriasca, Lugano Turismo.


francobolli

La biodiversità raccontata dai francobolli

Mostra che ripercorre l’esperienza proposta in Sguardi sulla biodiversità, realizzata dal Museo cantonale di storia naturale con contributi della IV elementare delle scuole di Lugano Cadro e con la collaborazione del Circolo di filatelia del Mendrisiotto. Nell’anno scolastico 2017/18 gli allievi hanno intrapreso un progetto di censimento della biodiversità in 5 ambienti naturali e hanno elaborato francobolli
rappresentanti la diversità delle specie incontrate. Le osservazioni naturalistiche e i francobolli così progettati, sono stati composti in una piccola mostra che nel suo insieme esprime la gioia della scoperta della natura e l’ammirazione per la diversità della vita nelle sue forme e colori.

Un progetto del MCSN e dell’Istituto scolastico di Lugano. In collaborazione con il Circolo filatelico del Mendrisiotto.

Visitabili: dal 3 settembre 2018 al 17 maggio 2019
Luogo: Dipartimento formazione e apprendimento (DFA-SUPSI), Locarno

Verranno organizzati diversi momenti formativi per i docenti in formazione al DFA-SUPSI.
Maggiori informazioni su www.lezionibiologia.ch/biodiversita

La locandina

22 luglio: Escursione in Val Scaradra

20180722valscaradra01

A causa delle condizioni meteo, il Giro della Greina previsto per il fine settimana del 21-22 luglio ha dovuto essere annullato. In alternativa, la domenica è stata proposta una bella escursione di un giorno in Val Scaradra, lungo parte dell’itinerario del trekking Greina Alta. Siamo saliti fino al Rifugio Scaradra ammirando le caratteristiche geologiche e paesaggistiche dei luoghi, raccontate dal geomorfologo Cristian Scapozza. Lungo il percorso sono state osservate alcune piante e animali tipici della zona. In seguito siamo ridiscesi verso l’alpe Garzott, per poi seguire una bella visita guidata dell’esposizione temporanea “La Greina” attualmente in corso presso il Museo della Valle di Blenio di Lottigna, di cui Scapozza è curatore. Il Giro della Greina come era stato inizialmente previsto sarà invece riproposto l’anno prossimo.

Tutte le foto

7-8 luglio: Escursione nel Locarnese con la Società vallesana

20180707escursionelocarnese02

L’escursione, organizzata in collaborazione con il Progetto di Parco Nazionale del Locarnese (PNL) e La Murithienne (la Società di scienze naturali del Vallese), ha avuto luogo su due giorni baciati dal sole. Sabato, dopo un pranzo in battello, si è svolta una visita guidata alle Isole di Brissago con il presidente della Commissione scientifica del Parco botanico Luca Bacciarini e con la biologa Francesca Palli. Si è poi raggiunta Casa Schira a Loco per il pernottamento. Domenica, con la guida esperta di Stefan Früh, i partecipanti hanno percorso la Via delle Vose. Oltrepassando Niva e Vosa, si è raggiunta Intragna per un pranzo conviviale e allietato da musica locale al Grotto Maggini. Dopo una visita al celebre campanile e al Museo regionale delle Centovalli e Pedemonte, i partecipanti hanno ripreso la Centovallina per tornare in Vallese. L’anno prossimo saremo loro ospiti per un weekend alla scoperta delle loro regioni. Dettagli seguiranno…

Tutte le foto

Greina mon amour – i segreti svelati dall’altipiano delle meraviglie

greina

Sabato e domenica 21-22 luglio – Ghirone – Aquilesco

Escursione di due giorni di media difficoltà alla scoperta dei segreti di uno dei paesaggi naturali più eccezionali delle Alpi centrali: l’altipiano della Greina. A cavallo tra i Cantoni del Ticino e dei Grigioni, questa escursione ci porterà nel cuore della storia di un ambiente di montagna riconosciuto e protetto a livello nazionale e internazionale.

Grazie a un geografo, Cristian Scapozza, e a un biologo, Christian Bernasconi, si esploreranno tutte le sfaccettature – naturalistiche, storiche e culturali – che hanno fatto della regione della Greina un simbolo a livello alpino.

Giro della Greina organizzato in collaborazione con il Museo della Valle di Blenio di Lottigna, in occasione della mostra temporanea “Greina”, e in collaborazione con Capriasca Ambiente.

Pernottamento con mezza pensione presso la Capanna Motterascio (Michela) del CAS (costo: 68.- CHF per membri CAS e società alpinistiche con reciprocità, altrimenti 78.- CHF). Munirsi di pranzo al sacco per due giorni, scarponi da montagna, abbigliamento caldo e contro la pioggia, protezione solare e sacco lenzuolo.

In caso di brutto tempo l’attività potrebbe essere modificata o annullata.

Iscrizione: scrivendo a cristian.scapozza@supsi.ch, telefono 079 535 94 22

Costo: 35.- CHF per le spese di trasporto e delle visite guidate, per i soci della STSN queste sono offerte. Vitto e alloggio a carico dei partecipanti.

Alla scoperta del Locarnese

pnl1

Sabato 7 e domenica 8 luglio – Isole di Brissago (sabato) e Via delle Vose in Valle Onsernone (domenica)

Escursioni su due giorni, organizzate in collaborazione con La Murithienne, la Società di scienze naturali del Vallese.

Sabato si prevede un pranzo e una visita, in francese e in italiano, alle Isole di Brissago guidata dal presidente della Commissione scientifica del Parco botanico, Luca Bacciarini. Rientro in battello per poi raggiungere tramite trasporto pubblico Casa Schira a Loco per il pernottamento.

Domenica si andrà alla scoperta di natura e cultura nel cuore del progetto del PNL con una guida esperta seguendo la Via delle Vose, iscritta nell’Inventario delle vie di comunicazione storiche della Svizzera (IVS). Percorrendo questa antica mulattiera, seguiremo le orme dei contadini della Valle Onsernone, che, in passato, la percorrevano per recarsi sul fondovalle. Partendo da Loco, si oltrepassano Niva e Vosa per poi raggiungere Intragna, con visita al Museo regionale delle Centovalli e Pedemonte e al celebre campanile, il più alto del Cantone Ticino (65 m). Segue spuntino offerto dal PNL.

In caso di brutto tempo l’attività potrebbe essere modificata

Ritrovo: Stazione di Locarno, alle ore 11.30

Iscrizione: scrivere a info@stsn.ch

Costo: 150.- CHF, per i soci della STSN si prevede uno sconto di 35.- CHF.
Incluso nel prezzo: l’entrata alle Isole, le visite guidate, i trasporti, i pasti e il pernottamento in dormitorio a Casa Schira (supplemento per persona: 35.- CHF per camera singola, 20.- CHF per persona per camera doppia, 15.- CHF per persona per camera tripla)

Giornate della biodiversità

Ecco un breve video di presentazione delle interessanti giornate sulla biodiversità che si sono svolte il weekend del 28 e 29 aprile a Losone e Arcegno.

Pagina 1 di 1012345...10...Ultima »
Logo STSN